Souvenir handmade per uno shopping sostenibile a Gubbio

orecchini filati al telaio, colorati

Valentina Ottavani, beauty content creator e giornalista, ci parla dei luoghi dello shopping sostenibile a Gubbio, provati e conosciuti durante il blog tour di Resta a Casa – Viaggia in Italia.

Quando ho saputo che avrei visitato Gubbio non stavo più nella pelle. Nonostante io sia di origini umbre, questo paesino idilliaco quasi arroccato sulla montagna non lo avevo ancora mai visitato. Lo conoscevo solo per il suo rinomato gigantesco albero di Natale che viene realizzato ogni anno proprio sulle pendici della montagna e che risplende da ogni scorcio. 

Definita la “città grigia” per il colore compatto e uniforme dei blocchi di calcare con cui è costruito lo splendido borgo, Gubbio è stata descritta dal viaggiatore e scrittore Guido Piovene, una “monotonia sublime”. Ed è proprio cosi che ci appare agli occhi in tutta la sua bellezza, un paesaggio dalla fisionomia costantemente meravigliosa.   

Feudo dei Montefeltro e dei Della Rovere Gubbio è uno degli insediamenti umbri più antichi che ha conservato nel tempo il suo caratteristico aspetto medievale. 

Passeggiare per i suoi viottoli è come fare un tuffo nel passato, si respira un’aria di storia e arte intrisa di tradizione. Ci si perde come in un piccolo labirinto tra scale, vialetti e terrazze pensili a vista d’occhio, passando dai panorami mozzafiato sui rooftop del borgo medioevale, alle tantissime realtà artigianali che si incontrano lungo il percorso. 

Una delle cose che amo di più fare quando viaggio è proprio quella di andare alla ricerca del fatto a mano che il territorio offre, e qui a Gubbio ce n’è tantissimo. Riporto sempre con me dei souvenir dei luoghi che visito, siano essi cartoline o oggetti caratteristici. 

Per un turismo a portata di regione, riscoprendo i bellissimi borghi che l’Umbria ci offre, anche lo shopping può diventare slow svelandoci tante piccole realtà lungo il percorso.

Se ami lo shopping sostenibile a Gubbio troverai pane per i tuoi denti!
Infatti tra le sue vie Gubbio ospita tantissimi artigiani che con grande passione e innovazione portano avanti arti e mestieri di una tradizione ormai secolare continuando a tramandarla ed infonderla anche ai turisti che visitano il luogo.
Disseminate ovunque, le piccole botteghe non solo vendono i loro manufatti ma li realizzano direttamente in loco, proprio come dire “casa e bottega”. Un vero e proprio hub di talenti che mantengono viva la tradizione dell’arte tra scultura, filati, arte orafa e pittura. 

Ecco per voi alcune idee di shopping locale e sopratutto ecosostenibile per arricchirvi culturalmente e artisticamente. 

Prezzi unici per la tua casa

Arrivando a Largo del Bargello in pieno centro storico, dove si trova la famosa fontana dei Matti, si trova il bellissimo laboratorio Gypsea. Qui Patrizia, la proprietaria, dopo aver fatto i tre giri canonici della fontana vi firmerà la Patente da Matto; ma soprattutto, le mani di Patrizia creano stucchi d’arte lavorando il gesso. Tra le sue opere troviamo cornici, oggetti d’arredamento e persino applique in finta pietra per i soffitti.

Entrare nel suo mondo è come entrare dentro una favola dove decori, pregiate finiture e amore per i dettagli rendono unico ogni manufatto. Sul suo sito potete acquistare le sue creazioni o potete voi stessi dilettarvi a realizzarle grazie ad una speciale box che contiene tutto l’occorrente per portare a casa vostra la sua arte, come una di quelle beauty box tanto amate.

Bijoux e accessori  

Colore, filati pregiati, armonia e morbidezza: è questo che balza allo sguardo appena si entra nel negozio-laboratorio di MariaGrazia Tonani

Uno luogo che sembra fermo nello spazio e nel tempo e dove l’arte della tessitura è tanto antica quanto è affascinante il suo percorso che la mantiene viva sino ai nostri giorni grazie sopratutto a queste artigiane che portano avanti la tradizione con amore e passione. Tante creazioni quelle che abbelliscono il suo laboratorio, tra foulard, orecchini in stoffa, cappelli e prodotti realizzati con materiale di recupero.

La tessitura con il telaio manuale rimane un valore intrinseco inestimabile e qui si organizzano anche corsi manuali su come apprendere questa antica tecnica e per chi vuole portarsi il “lavoro” a casa si realizzano dei veri e propri piccoli telai con materiali di riciclo in modalità delivery.

Arte orafa… e itinerari ambientali

Tra sculture e tessitura non poteva mancare l’arte orafa per eccellenza. Qui nel centro storico di Gubbio, dove la manualità e l’artigianato la fanno da padrone è possibile scoprire la magia dell’orefice grazie a Tonino Piccotti, proprietario del laboratorio orafo “4 Passi tra Cielo e Terra”.

Qui è possibile riprodurre in argento un souvenir personalizzato ad esempio ispirato alla natura, alle foglie, ai fiori o alla storia del luogo visitato. Questo laboratorio organizza attività che partono dalla ricerca, nei territori naturali circostanti, delle proprie “foglie spirituali”, secondo l’oroscopo celtico, per poi trasformarle in un oggetto prezioso in laboratorio.

Avremo cosi un ricordo del luogo che ci ha ispirato da portare sempre con noi, perché collezionare esperienze e bei ricordi dei luoghi che scopriamo è la cosa più di valore che un buon viaggiatore deve possedere.  

Leggi anche “location da sogno a Gubbio“.

Grazie a UmbriaMarche, partner di Resta A Casa – Viaggia in Italia, per averci fatto conoscere queste realtà.